Revisione

 

Per il Codice della strada italiano, la revisione degli autoveicoli (con massa a pieno carico fino a 3.500 kg) e dei motoveicoli (inclusi ciclomotori), deve essere effettuata con le seguenti cadenze:

  • Dopo quattro anni dalla data della prima immatricolazione, per la prima revisione.
  • Ogni due anni, per le revisioni successive.

Il controllo deve essere effettuato entro il mese corrispondente a quello in cui è stato immatricolato il veicolo ovvero nel quale si è eseguita la revisione precedente. Se tale termine non dovesse essere rispettato, si può incorrere in una sanzione pecuniaria da parte delle forze dell’ordine. Di contro, un’eventuale revisione effettuata oltre i termini ha comunque una durata di 2 anni.

Tale regolamentazione non si applica ai taxi, alle auto a noleggio con conducente, agli autoveicoli utilizzati per il trasporto di cose e ai relativi rimorchi di peso complessivo superiore ai 3.500 kg, agli autobus, alle autoambulanze e ai veicoli atipici. Per tutti questi veicoli la revisione, sempre obbligatoria, ha scadenza annuale.